You cannot copy content of this page

Scegli, non farti scegliere!

Scegliere il miglior istruttore di Krav Maga vuol dire riconoscere alcune caratteristiche fondamentali. Questo perché se stai iniziando è molto difficile che tu possa giudicare il livello tecnico di un istruttore.

Se invece stavi cercando il miglior istruttore di Krav Maga nella speranza di trovare una classifica devo deluderti.

Deluderti e avvisarti che una cosa del genere oltre che impossibile sia obiettiva (ognuno giustamente ha le sue preferenze) difficilmente ti sarà utile visto che a te serve un istruttore che possibilmente sia vicino a dove abiti.

Sempre che tu sia intenzionato ad allenarti. 🙂

Una piccola nota di colore, infine, prima di iniziare.

Quest’articolo nasce “su richiesta” delle tante persone che mi hanno scritto chiedendomi quale fosse il miglior istruttore di Krav Maga della loro zona.

Poiché anche essendo ben informato è impossibile che conosca tutti gli istruttori di Krav Maga di tutte le federazioni esistenti in Italia ho pensato ad un articolo che potesse dare un’aiuto anche a chi non ha esperienza.

Buona lettura:

Punto primo: Ottima prima impressione.

L’istruttore, la scuola e l’atmosfera in generale deve ispirarti fiducia. Considera che stai mettendo nelle mani di uno sconosciuto quella che sarà la preparazione che potrà tirarti fuori d’impaccio in situazioni di grave pericolo. Già dal primo impatto la tua sensazione dev’essere quella di poterti fidare. Tranquillo, tutti quanti abbiamo questo sesto senso. Anni di pubblicità ingannevoli lo hanno affinato e reso un elemento indispensabile di sopravvivenza nella nostra società.

Usa il vecchio sistema per vedere se ti fidi o no: “Compreresti un’auto usata da quella persona?”

Punto secondo: Logica e fattiblità.

Il Krav Maga è un sistema ideato per essere appreso e messo in pista in tempi relativamente brevi. Non posso e non voglio darti nessun parametro riguardo alla tecnica. Anche se te li dessi se non hai alcuna esperienza non saresti in grado di utilizzarli.

Per cui tranquillo devi solo fare la tua lezione di prova e poi a fine allenamento tirare due conclusioni.
Quello che ti è stato mostrato potresti impararlo in un arco di tempo di tre mesi?
Quello che hai fatto ti è sembrato logico e realistico in un contesto di difesa personale per civili?

Sottolineo : Per civili non per militari che devono essere mandati nella giungla a caccia di nemici.

Punto terzo: Sicurezza.

Prima regola del Krav Maga: non farsi male. Questa regola è un parametro fondamentale sin da quando il Krav Maga è stato ideato e strutturato per usi militari. Un soldato infortunato non è in grado di addestrarsi né di combattere. Un atleta che si infortuna durante una lezione di difesa personale vede le sue possibilità di difesa in situazioni reali e di allenamento ridotte per tutto il periodo in cui l’infortunio perdura.

Questo non vuol dire che il rischio non ci sia (non parliamo di balletto) e non vuol dire che non tornerai mai a casa con qualche livido. Vuol dire solo che quello che fai ha un senso e che in questa logica è prevista la massima attenzione alla sicurezza.

Ovvero: Un infortunio a lezione = scappa a gambe levate. (infortunio, non un livido) 

Riassumendo, per trovare il miglior istruttore di Krav Maga per le tue esigenze:

Qualsiasi sia la federazione, blasonata o meno, e che l’istruttore sia un agente segreto israeliano (scherzo, se ti dice una cosa del genere chiama uno psicologo bravo) o il tuo vicino di casa con un comunissimo cognome italiano (che se ci pensi, però,  è un’ottima copertura per un agente segreto) lasciati guidare da queste regole e decidi in base alle tue sensazioni.

Se i risultati arrivano sei sulla strada giusta.

Commenta e condividi questo articolo. Leggiamo sempre i commenti dei nostri lettori e rispondiamo tutte le volte che viene richiesto.

Di seguito ti segnalo altre risorse per continuare la lettura:

Come scegliere il corso migliore di Krav Maga

Come trovare il miglior maestro per la difesa personale

Quali sono i migliori video di Krav Maga?