Il disarmo da coltello è tra gli aspetti più dibattuti nella difesa personale. Non è davvero un caso che sia forse l’argomento maggiormente capace di generare flame.

Di fronte di tantissimi video con le tecniche più disparate si pone sempre la stessa domanda: “Funziona davvero nella realtà? E’ possibile riuscire a disamare un malintenzionato armato di coltello?”

In questo video proviamo a trattare la questione, inquadrandola in un contesto logico ed estremamente pratico.
Più sotto trovi un articolo in cui l’argomento viene trattato in modo più approfondito.

 

Considerazione preliminare sul disarmo da coltello:

Esistono innumerevoli video nei quali, con armi inerti, sono state effettuate delle prove di disarmo. Il compito della persona disarmata (spesso un praticante di arti marziali) era quello di cercare di portare via il coltello all’aggressore. Il compito della persona armata di coltello, viceversa, era di non farselo prendere e nel contempo colpire quante più volte fosse possibile. Come prevedibile la persona armata di coltello ha avuto gioco facile. In questo video vedi uno degli esempi. Ne trovi di molto migliori ma spesso sono infarciti di immagini di effetti di coltellate reali prese dal pronto soccorso.

In un contesto simile disarmare è praticamente impossibile.

Seconda considerazione: Che te ne fai di un disarmo da coltello?

Un coltello, anche in mani inesperte, è capace di infliggere in poco tempo una gran quantità di ferite ed allo stesso tempo risulta molto difficile da controllare e disarmare. Si sommi a ciò il fatto che spesso l’arma, quando non viene utilizzata per intimidire, compare poco prima dell’attacco. L’attacco risulta rapido, reiterato e di difficile previsione e controllo.

Per questo motivo come regola generale la cosa migliore che si può fare, quando possibile, è usare la distanza (anche scappando via), colpire quando è possibile (non rimanere inerti) ed equipaggiarsi con un’arma occasionale o con qualcosa che possa essere usata come scudo.

La distanza (assieme al colpire al momento giusto) è la chiave. In tal senso puoi vedere questo video, interessante sull’argomento della difesa da coltello.

Alla luce di ciò, chi te lo fa fare a tentare un disarmo?

Stiamo parlando di difesa personale, non di un duello da film. Nel Krav Maga che si insegna ai civili le situazioni nelle quali ha senso cercare di disarmare il coltello al proprio aggressore, anche supponendo di avere un’abilità infallibile nel farlo, sono davvero poche.

Quando il disarmo da coltello è necessario? La regola d’oro.

Tieni stretta questa semplice regola perché fa la differenza tra un’azione rischiosa ma necessaria ed una inutilmente suicida. Il Krav Maga è nato trattando situazioni di vita o di morte. La mentalità estremamente pragmatica su cui si è costituito il suo corpus di tecniche, tattiche e strategie si fonda fortemente su procedure immediate da utilizzare. Ecco la regola d’oro del disarmo da coltello.

Il disarmo da coltello si attua quando qualsiasi altra alternativa è peggiore. 

Molto semplice. A meno di non essere un tutore delle forze dell’ordine che deve controllare una persona pericolosa e per vari motivi non può o non vuole utilizzare l’uso della forza letale, il disarmo da coltello è l’ultima azione su una scala di opzioni ben più favorevoli.

Quando devi fare disarmo da coltello vuol dire che non puoi fare altro.

Magari avrai sentito questa frase: “La violenza non è mai una soluzione. Ma quando lo è , vuol dire che è l’unica soluzione.” Lo stesso vale per il disarmo da coltello.

Nessuno dice che è facile. Nessuno dice che se ne esce illesi. Disarmare una persona armata di coltello è possibile se provvisti dell’allenamento adeguato e di tecniche capaci di adattarsi al contesto. Nel Krav Maga non esistono milioni di disarmi, né esiste di base solo uno che si presta a varianti minime. Non starò a farti un discorso basato sulle tecniche. Non ti serve.

Puoi pensare che le possibilità di riuscita sono simili a quelle di evitare un brutto incidente in macchina nel quale la collisione è inevitabile. Devi limitare i danni. Ti va davvero di lusso se ne esci con qualche livido e qualche graffio.

Per questo armati della tecnica migliore e dell’istruttore migliore e allenati per la situazione peggiore. Questa ricerca spetta a te. Usa il buon senso. quando scegli.

Ricorda sempre che nel Krav Maga e nella difesa personale ciò che si cerca di vincere è la situazione e mai la persona che si ha davanti.