You cannot copy content of this page

Migliorare velocemente è più una questione di togliere ciò che disturba piuttosto che accelerare il processo. In quanto esseri umani siamo molto bravi ad imparare cose nuove (pensa anche solo all’apprendimento della nostra lingua madre) se ci si lascia un ambito dove poter fare esperienza. 

Molto spesso il nostro apprendimento è “disturbato” da elementi che ci crediamo da soli.
L’ansia di riuscire.

L’abitudine a giudicare ogni nostro comportamento oberando il compito di istruzioni non necessarie. 

Il terrore di sbagliare. 

Nell’allenamento delle Arti marziali e similmente in altre attività con una componente fisica importante (non semplicemente astratte come giocare agli scacchi o studiare matematica ad esempio) le parti più elevate nella nostra mente sono molto meno d’aiuto di quanto possa sembrare. 

L’apprendimento naturale, quello che abbiamo utilizzato da bambini, prevede una totale immersione nell’attività lasciando libero il cervello di percepire i segnali che arrivano dal corpo e guidarli al raggiungimento di un fine desiderato. 

Il valore delle arti marziali tradizionali

Non stiamo, in verità, dicendo nulla di nuovo. Le arti marziali tradizionali hanno da sempre posto enfasi sull’importanza di sviluppare una non-mente capace di osservare senza intromettersi nell’azione. 

Compito dell’istruttore moderno è “semplicemente” mettere l’allievo nelle condizioni di diventare maestro di se stesso, aiutandolo a limitare prima e a liberarsi poi di queste “naturali” interferenze. 

Se vuoi disinnescarlo, nel video, trovi un esempio chiaro di come il meccanismo di disturbo funzioni. 

Buona visione.

Sostieni il nostro sito condividendo questo articolo.
Fai in modo che questo progetto rimanga sempre gratuito e senza pubblicità.
Sentiti libero di commentare, rispondiamo molto volentieri alle domande dei lettori. 

Continua la lettura con:
Combattere efficacemente lo stress
Perchè il krav Maga può migliorare la tua concentrazione
Smettere di procrastinare starter pack