Liberato iaquinto

Liberato iaquinto

Ho sempre ritenuto importante il porsi degli obiettivi nella vita, definirli in maniera chiara e specifica, impostando in tal modo la direzione da seguire e pertanto, sospinto da un impellente, precipitoso ed inesauribile bisogno di difesa personale, decisi in origine di varcare le soglia di una palestra di arti marziali.

Nel corso della mia pratica sportiva mi sono reso conto tuttavia che spesso, quando si desidera troppo ardentemente raggiungere un obiettivo, è facile che presso di sé faccia capolino anche il timore di non potercela fare, il dubbio e l’incertezza di ritrovarsi realmente sul giusto cammino.
Per questo motivo, ho scelto KMG.

Nella Krav Maga Global ho visto la possibilità di acquisire un metodo che valorizzasse le mie peculiarità, professionisti desiderosi di condividere un percorso, la responsabilità di fornire alle persone gli strumenti in grado di farle sentire cittadini più consapevoli e proattivi.

Relativamente al mio percorso marziale, ho avuto modo di praticare la Boxe, la Thai-Boxe ed il Progressive Fighting System di Paul Vunak.

Durante le mie sessioni di allenamento, trovo molto avvincente perseguire l’ottimizzazione del gesto tecnico, ricercando l’efficienza e l’economia del movimento.

Mi appassiona inoltre lo studio e l’approfondimento degli aspetti propri della fisiologia del comportamento in uno scenario tipico di un’aggressione da strada nonché lo sviluppo e l’accrescimento di un corretto Mind-Setting, i cui benefici sono certamente in grado di estendersi in ogni ambito della vita.

Per Krav Maga Global sono riconosciuto come istruttore di Krav Maga per civili con il livello di Graduate 1