Non funziona!
Quando cercano di dimostrarti che qualcosa nella difesa personale “non funziona”, drizza bene le orecchie. E’ un sistema che Non funziona! 😀

Non funziona… ma qual è il banco di prova?

Tutti su internet sembrano bravi a “smontare” le tecniche degli altri.
Mai come in questo periodo per la difesa personale, in rete e su tanti canali video si fa a gara a dimostrare quale tecnica sia più reale e quale funzioni davvero.

Peccato che in questo continuo e sterile dibattito manchi un punto di partenza:
Qual è il banco di prova?

Perchè altrimenti ci ritroviamo nell’assurda situazione di voler dimostrare come qualcosa non sia “reale” con delle dimostrazioni che a loro volta non sono reali.
La palestra, l’allenamento non è né può essere reale per sua definizione.
Se è un allenamento non è un’aggressione e non importa quanto “realismo” tu metta.

Una dimostrazione fatta con un proprio allievo non dimostra un bel nulla proprio perchè usa gli stessi strumenti che vorrebbe contestare.

Cosa funziona e cosa non funziona?

Nella difesa personale non esiste un banco di prova.
Come qualsiasi altra attività che abbia come controparte una applicazione nella realtà in cui non sono previste gare l’unico banco di prova sono le statistiche (quando presenti) e la logica nell’allenamento.
Succede per la scuolaguida (che non è reale anche se ti fa guidare nel traffico… ma al limite è realistica); succede per l’addestramento dei soldati (che anche se sparano con armi vere, non si sparano tra di loro con armi e munizioni vere).

Dobbiamo farcene una ragione.
Cercare di dimostrare che qualcosa non funziona…
… non funziona!

Guarda il video!